giovedì 1 febbraio 2018

LIBRI PER BAMBINI DA LEGGERE AD ALTA VOCE

Chi ha detto che i libri si possono solo leggere?
Nel mio percorso di lettrice, qualche tempo fa, ne ho incontrato uno da cantare ad alta voce, meglio se in compagnia.
Recentemente ho scoperto che il titolo in questione è uscito in una nuova edizione integrata con i suoni...impossibile farsela mancare!

A CACCIA DELL'ORSO
Rosen Michael e Helen Oxenbury
Mondadori  

libri  per bambini da leggere ad alta voce mamma leggiamo insieme


Protagonista di questa movimentata avventura è un'allegra famiglia che decide di partire per la tradizionale caccia dell'orso.
Il percorso appare da subito impervio ma al tempo stesso suggestivo.
Sul cammino incontrano via via, un campo di erba frusciante pieno di papaveri (svish svush!), un fiume freddo e fondo che viene guadato con vigore da tutti i componenti della famiglia (spash splosh!), una pozza di fango limaccioso (squelch squalch!), un bosco buio e fitto che somiglia a un labirinto (scric scroc!), una tempesta di neve che fischia (fìuuuu huuuuuu!), una grotta buia e stretta... dove incontrano un umido naso lucente, due grandi orecchie pelose, occhi enormi e sporgenti... UN ORSO!

Che paura... meglio ripercorrere in tutta fretta la strada al contrario, con tanto di orso alle calcagna. Il ritmo diventa incalzante, le narrazione assume toni precipitosi, impossibile riuscire a leggere senza il fiatone.

Fortunatamente questa avventura porterà tutti al riparo, sotto a un caldo e soffice piumone. 

Considerato un classico, "A caccia dell'Orso" è una chicca della letteratura per l'infanzia, dove immagini, testo e lettura ad alta voce danno vita a una grande avventura, per imparare ad affrontare insieme ogni avversità.
Quando si è uniti come famiglia, animali domestici compresi, le difficoltà possono diventare opportunità di crescita che rafforzano i legami.

Adoro le illustrazioni, disegni in bianco e nero che si alternano a splendidi acquerelli, mi ricordano i libri che leggevo da bambina, sono delicate e rassicuranti.
Un albo coinvolgente in grado di assorbire il lettore e renderlo parte integrante della storia; le parole semplici e ritmate, trascinano in una vera e propria cantilena e danza che coinvolge tutto il corpo. Il testo è ripetitivo e ricco di parole onomatopeiche, tutte caratteristiche in grado di catturare l'attenzione dei piccoli lettori.

Un capolavoro che dovrebbe essere presente in tutte le librerie!
Non dimentichiamoci che "A caccia del'Orso" è stato premiato con il prestigioso premio Andersen.


Età di lettura: dai 3 anni

martedì 16 gennaio 2018

PENSARE POSITIVO AIUTA A VIVERE MEGLIO

Gennaio per me è iniziato con un trasloco, 13 lunghi anni da inscatolare e un nido da abbandonare. Mi rendo conto che mi servirebbe una buona dose di ottimismo, vorrei avere la capacità di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno, piuttosto che mezzo vuoto, perché 
pensare positivo aiuta a vivere meglio! 


GLI OTTIMISTI MUOIONO PRIMA
Susin Nielsen
Il Castoro

blog libri leggiamo insieme ottimismo

Petula è una ragazzina di 16 anni che vive a Vancouver.
La madre lavora per una catena di librerie ed è volontaria presso un'associazione che si occupa di recupero e adozioni di gatti randagi.
Il padre è un amante della musica e ha scelto il nome della figlia in onore di una delle sue cantanti preferite, Petula Clark.

Sotto il cappello con le orecchie da gatto che si è fatta da sé, Petula nasconde una buona dose di cinismo, la convinzione che a essere pessimisti ci si azzecca sempre e il dolore per una perdita che sembra impossibile da superare.
La sua vita è stata segnata da una disgrazia che le provoca sensi di colpa intensi e la porta a credere che pensare sempre al peggio sia un precauzionale buonsenso.

L'ottimismo è lontano anni luce dal suo modo di vivere, molto meglio pensare il pessimismo, rende tutti più realistici e concreti...e allontana dai pericoli di qualsivoglia natura.

Petula non riesce a vivere in modo spensierato e per questo motivo a scuola la obbligano a frequentare un corso di arteterapia per ragazzi in difficoltà.
E' proprio qui che conosce Jacob, un bellissimo ragazzo pieno di umorismo e di energia, con una protesi al braccio e un doloroso segreto.
Le strade dei due ragazzi si incrociano e ne nasce qualcosa di bello.
L'amore è dietro l'angolo, ma è difficile lasciarsi il cinismo alle spalle.


Come si fa a capire quando vale la pena correre il rischio?

Un libro profondo e penetrante da leggere tutto d'un fiato!
Adattissimo ai giovani lettori che ogni giorno vivono un vortice di emozioni senza avere le giuste chiavi di lettura. 
L'autrice affronta con naturalezza molteplici temi così vicini ai ragazzi: sfiducia, solitudine, amore, rapporti di coppia, separazione, divorzio.

Nella vita c'è chi sceglie di rimanere inerme per isolarsi dal dolore e chi decide di reagire, affrontare le proprie paure e vedere cosa succede. Senza certezze. 


" NON TROPPO NASCOSTO INDIETRO.
MA NEMMENO TROPPO IN VISTA.
PERO' COMUNQUE VISIBILE, SEMPRE. "







venerdì 22 dicembre 2017

LA STORIA DEL NATALE IN UN LIBRO PER BAMBINI

Avete fatto il presepe? Siete tra quelli che occupano buona parte della casa/mensole della libreria per poter mettere in scena una natività degna di poter partecipare al concorso del quartiere o avete un animo minimal?

A casa mia, dato che siamo alle prese con un imminente trasloco, abbiamo deciso di trovare un'alternativa per non rinunciare al tanto amato presepe. 
Si tratta di un libro che, una volta aperto, incanta per la minuziosità dei particolari.  

BUON NATALE
Agostino Traini

blog libri bambini mamma leggiamo insieme

Un angelo si annuncia a Maria e la avvisa che presto sarà madre.
Maria e Giuseppe, coppia di sposi, si mettono in viaggio per Betlemme, devono affrontare circa centocinquanta chilometri a piedi.
La strada è lunga e in tutti gli alberghi per il censimento non c'è neanche un posto in questo momento.
Fortunatamente dopo un lungo girovagare, trovano riparo in una stalla tranquilla.

blog libri bambini mamma leggiamo insieme


Gesù viene al mondo in un umile luogo, accolto dall'amore di una mamma e un papà che colpiscono per la purezza e l'intensità del loro amore. 
Schiere di angeli avvisano i pastori che subito accorrono a venerare il bambinello.
Da Nord e da Sud, da Oriente e Occidente giungono persone in adorazione del piccolo e gli porgono doni.
Che notte d'amore, che notte speciale! Gioite voi tutti: è arrivato Natale!

Buon Natale è un libro pop-up che narra la storia senza tempo della nascita di Gesù Bambino.
Sei tavole che creano un vero e proprio presepe animato e affascinano per la loro bellezza. Ogni pagina è un piccolo teatro tridimensionale che si apre a sorpresa.  
La narrazione è scritta in rima e diventa una cantilena divertente e piacevole all'orecchio. 
blog libri bambini mamma leggiamo insieme


Età consigliata: dai 5 anni 

Lo sapevate che Betlemme in ebraico significa "città del pane". Intorno all'anno 1 era una piccola cittadina con meno di mille abitanti le cui attività principali erano l'agricoltura e la pastorizia. Sulle colline attorno a Betlemme vi erano numerose grotte destinate al riparo degli animali.
Per rimanere in tema con la "Città del pane", io e Cristina di Good Food Lab, abbiamo deciso di proporvi la ricetta di deliziosi panini dolci alla ricotta. Scoprite la ricetta cliccando qui 










































giovedì 14 dicembre 2017

STORIE A SORPRESA PER BAMBINI DAI 4 AI 7 ANNI

Oggi vi propongo delle meravigliose STORIE A SORPRESA da regalare a bambini dai 4 ai 7 anni.
Io ho provato per voi Lupacchiotto e Volpe (esiste anche orsetto).
Le confezioni sono carinissime e faranno innamorare i vostri bambini.


STORIE A SORPRESA
Battello a Vapore


All'interno di Lupacchiotto troverete Tobia e la maledizione del singhiozzo di Anna Tasinato, un'incredibile avventura piena di colpi di scena per ridere a crepapelle e scoprire il segreto del coraggio. 

Nel pacchetto della bellissima Volpe vi imbatterete nella storia Gatto a distanza di Grazia Ciavatta, una storia che fa "miao", per chi sogna un amico a quattro zampe e desidera prendere coraggio per affrontare grandi sfide.

libri bambini mamma leggiamo insieme


Tobia e la maledizione del singhiozzo narra la storia di un bambino che deve convivere con un singhiozzo persistente e fastidioso, capace di durare anche tutta la giornata. Per questo motivo i suoi genitori non gli permettono di fare nulla, a parte andare a trovare la nonna svitata. Sarà proprio questa nonnina a dargli la chiave di lettura per liberarsi dalla maledizione che pende sul bambino e la sua famiglia. (dai 7 anni)

Gatto a distanza parla di Micio, un gattino dal pelo fulvo che è rimasto intrappolato sul tetto di un garage. Il gattino sfortunatamente soffre di vertigini e non riesce più a scendere! Fortunatamente la piccola Martina deciderà di "adottarlo a distanza", lanciandogli cibo dal balcone della cucina. (dai 7 anni)


IDEE PER LA MERENDA???
Divertitevi a preparare dei deliziosi CRACKER AGLI SPINACI.

ALBERELLI DI CRACKER AGLI SPINACI


 Tempo di preparazione25 minuti
 Tempo di cottura8 - 10 minuti
 Porzioni
persone
GLI INGREDIENTI
  • 200 g di farina 00
  • 100 g di foglie di spinaci
  • 45 g di burro
  • 1 cucchiaio di lievito in polvere per torte salate
  • 1 pizzico di zucchero
  • 20 g di olio d'oliva
  • sale

PREPARAZIONE
Saltate gli spinaci in padella con un cucchiaio di olio, mescolate spesso. Fateli raffreddare e poi tritateli finemente.
In una terrina, setacciate insieme la farina, il lievito, mezzo cucchiaio scarso di sale e un pizzico di zucchero. Unite il burro freddo a tocchetti e lavorate l'impasto molto rapidamente.
Aggiungete gli spinaci, l'olio e continuate ad impastare. Se serve, aggiungete acqua o farina per regalare la consistenza. 
Coprite l'impasto con la pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per mezz'ora.
Un volta pronto, stendete l'impasto sulla carte da forno e divertitevi a ritagliare i cracker con le formine. Bucherellate le forme ottenute e spolverate con poco sale.

Cuocete il tutto in forno a 180° per circa 8-10 minuti.

Buone letture e buon appetito ! 

sabato 9 dicembre 2017

UN LIBRO DA LEGGERE A NATALE: LA NUOVA STORIA DI OLGA DI CARTA

Che caratteristiche deve avere il libro che sceglierete per accompagnarvi durante le feste?
Il mio libro deve contenere parole calde, avvolgenti come una coperta di lana, non deve necessariamente essere da adulti, anzi, preferibilmente da bambini o ragazzi e deve racchiudere un pizzico di magia per farmi sognare.
Una storia che mi catturi e sia in grado di modellare i miei stati d'animo.

Lo scorso anno avevo colmato i miei vezzi con un titolo straordinario pubblicato da Elisabetta Gnone, la storia della piccola Olga di Carta, una bambina con la capacità di narrare storie eccezionali. Nei mesi scorsi ho tanto sperato che uscisse un proseguo e finalmente.... sono stata accontentata.



libri per ragazzi mamma leggiamo insieme


OLGA DI CARTA
JUM FATTO DI BUIO
Elisabetta Gnone
Il villaggio di Balicò è ovattato dalla neve, l'aria profuma di mandarino e gli abitanti si preparano all'arrivo del Natale.
Olga Papel, fanciulla esile come una foglia di mais, riscalda gli animi delle persone grazie alle sue storie.
Le sue parole sono dettate dalla sensibilità e hanno la capacità di prendere forma, per questo sono sempre molto attese.
Al suo passaggio, la gente allunga l'orecchio per porsi in ascolto, perché le storie fanno bene a tutti.

Olga vive con la nonna e il cagnolino Valdo, fedele compagno che dimostra la sua dedizione non allontanandosi mai da lei..a parte quando insegue le volpi!

Ogni giorno la bambina aiuta in fattoria consegnando uova agli abitanti del villaggio. I clienti che incontra attendono con trepidazione di poter passare attimi speciali insieme alla bambina, per abbattere la solitudine e sorridere con i suoi bei racconti. 
Le parole della piccola arrivano sempre al momento giusto e sembrano cucite addosso alle persone come un cappotto disegnato da un abile sarto.

Ma quando arriva l'ispirazione per una nuova e straordinaria narrazione?

L'ispirazione arriva il giorno in cui il bosco del villaggio viene abbattuto, lo sconforto affligge Olga, portandole alla mente una vecchia conoscenza, incontrata tempo prima, durante un addio pesante come un macigno.
Che colore hanno le nostre emozioni? Sono certamente fatte di buio e portano dentro di sé un vuoto apparentemente incolmabile e inconsolabile che si impadronisce delle persone.
Ecco allora che Jum fatto di Buio entra in scena e fissa accanto a loro la sua dimora.

Jum è un personaggio flaccido e informe che si nutre di lacrime.

Le lacrime, come si sa, vengono prodotte in risposta ad un'emozione, sia essa dettata dal dolore, che legata alla gioia.

Quando dentro di noi si crea un grande spazio vuoto e quel vuoto è oscuro come il fondo di un pozzo ci sembra d'essere fatti solo di un buio gelido e vuoto.
Le lacrime sgorgano facilmente e possono essere dolci come il miele, profumate di fiori, talvolta speziate.

Jum porta con sé le storie delle sue “prede”, chi ha perduto ciò che di più caro avesse al mondo, chi ha subito sventure e ha smarrito il senso della propria vita, chi ha perso il suo orizzonte, ma anche chi è semplicemente triste.

Nel villaggio le sue vicende viaggiano alla velocità della luce e come spesso accade vengono travisate, rimodellate, ingigantite. Gli abitanti iniziano ad avere paura e temono che le parole prendano forma, si materializzino. La caccia a Jum non tarda ad iniziare. I fucili dei cacciatori sono pronti a sparare a quell'essere che a detta loro appare malvagio.

Olga rassicura tutti, non è il caso di aver paura, spetta a noi provare a riscattarci, a colmare quel senso di smarrimento che nei momenti di sconforto si mostra con facilità...solo così Jum se ne va.

Il vuoto lascia sempre lo spazio a nuove prospettive, a differenti possibilità, proprio come l'abbattere il bosco di Balicò ha aperto la strada al cielo.

E voi avete incontrato Jum? Io talvolta l'ho nutrito, ma sempre l'ho lasciato andare.


Elisabetta Gnone è nata a Genova e vive sulle colline del Monferrato. E' stata direttore e responsabile delle riviste femminili e prescolari della Walt Disney, per la quale ha ideato la serie a fumetti W.I.T.C.H. E' autrice della saga di Fairy Oak, e ora, con la nuova serie di Olga di Carta, porta ai lettori un nuovo mondo .
Le sue parole sono pura poesia, suonano come un componimento armonico, mai scontato, che culla l'animo. Parole che hanno un peso, talvolta commoventi, arrivano lì dove devono andare. Insegnano che non bisogna avere timore di inciampare in occasioni di gioia.
Le illustrazioni sostengono e intervallano la storia, sono delicati e piacevoli paper cute che mettono l'accento alle parole, senza disturbare l'attenzione del lettore.








Ringrazio la casa Editrice Salani per avermi omaggiato della copia che ho avuto il privilegio di recensire.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...