sabato 17 maggio 2014

Il miglior libro per bambini fascia 0/6 anni

Visto che questa settimana sono usciti i vincitori della 33ma edizione del Premio Andersen 2014, io e mio figlio ci siamo divertiti a "celebrare" il miglior albo 0/6 anni.



"immaginare è marinare le ore noiose della vita"


Per un albo che combina perfettamente la tensione narrativa e l’invito al gioco e alla scoperta.
Per una piccola storia dai molti echi, dolce e incantevole ma aperta all’avventura e alla scoperta di sé.
Per le magnifiche tavole ariose e invitanti, ricche di mille particolari da scoprire.
Si aggiudica il premio:


Benjamin Chaud, 
UNA CANZONE DA ORSI,
Franco Cosimo Panini

LA STORIA

L'inverno è alle porte, Papà Orso è già lì che ronfa, gustandosi il letargo. 
All'improvviso un'ape passa a tutta velocità davanti alla tana, con un irresistibile ronzio.


"Chi dice ape dice miele...." 

è così che il figlio,Piccolo Orsetto, decide di seguirla.


Papà Orso tutt'altro che tranquillo parte alla ricerca del suo cucciolo.
Il passaggio dalla foresta alla città è breve e ben presto si ritrova sul palco di un teatro, aggrovigliato in un'elegantissima sciarpa e con un cilindro in testa.
A qualcuno piacerà il suo spettacolo? 




A noi è piaciuto! 


E' stato divertente cercare il saltellante Orsetto in tutte le illustrazioni e altrettanto piacevole preparare un set fotografico degno di uno straordinario libro. Un grazie di cuore a mio marito "P" per la reflex che mi ha regalato e al mio bimbo per la collaborazione sempre attiva, senza di loro non potrebbe esserci un "Mamma LeggiAmo insieme" così speciale ;-)

Titolo originale: Une chanson d'ours (Belgio 2011)
Edizione italiana: 2013

domenica 11 maggio 2014

Che cos'è un bambino e quali sono i suoi desideri? Topipittori risponde...

In biblioteca mi sono imbattuta in un albo assai singolare, tenta di spiegare "Che cos'è un bambino"...
Io l'ho trovato divertente!


Un bambino ha piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo ha idee piccole.
Le idee dei bambini a volte sono grandissime, divertono i grandi, fanno loro spalancare la bocca e dire "Ah".





I bambini desiderano cose strane:
avere le scarpe che brillano, mangiare zucchero filato a colazione, ascoltare la stessa storia tutte le sere.



p.s. Le scarpe che brillano piacciono molto anche a me, lo zucchero filato a colazione lo trovo piuttosto stucchevole mentre ascoltare la stessa storia tutte le sere mi riporta alla mente le avventure della strega pasticciona che si inventava ogni sera il mio papà (sempre molto simili ma così rassicuranti).



Lascio a voi il resto della storia... 

Da Che cos'è un bambino?

Beatrice Alemagna
Topipittori
anno di pubblicazione:2008


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...